La festa di San Giorgio di Ragusa e la nostra interrogazione sull’organo del Duomo – La Sicilia