Ancora chiarezza su quello che è stato definito il “caso audio” nelle pagine de La Sicilia di oggi, per sgombrare definitivamente il campo da ulteriori equivoci – La Sicilia